Naca dal greco nachè: culla sospesa, formata da un vello di pecora.

Una parola antica dal suono “dolce-calmo” usata in quei luoghi tra Calabria e Sicilia, dove antico è sinonimo di Grecia. Nei ricordi di mia madre la nnaca è usata nella vita rurale. Più vicino a me il termine nnaca (l’altalena sospesa, costruita nel bosco) e nnacati monito usato per destarmi dalla mia flemma.

I miei lavori

La mia Storia

La mia storia

Se penso alla mia curiosità di scovare tessuti in ogni angolo  di tutte le città che vado a visitare, torna nei miei ricordi mia madre e penso ai suoi racconti pieni di operosità, a quel suo modo di recuperare le stoffe  usate per cucire vestitini a noi figli. Erano anni in cui non c’era molto denaro, ma idee tante.  
Continua a leggere
La mia Storia

Il mio negozio

Questo è il mio negozio: una merceria particolare. L’ho avuta in eredità e ho voluto trasformarla, facendola mia completamente.
Continua a leggere

I mie post sul blog

27.03.2018 - Senza categoria

Il retrobottega del mio negozio preferito

Dopo il primo capo realizzato con un antica stoffa, la mia giacchina verde,

Scopri

27.03.2018 - Tovaglie

Come gioielli di famiglia

Ogni tanto arrivano nuove sfide, i regali per occasioni importanti: Natale – Compleanni – il Vestito per un tavolo/a  particolare.

Scopri
Altri articoli